RIPRESA DEL TURISMO ITINERANTE DOPO IL COVID19 PER PROGETTARE IL FUTURO DEL SETTORE

Una serie di proposte, contenute in una lettera, che è stata inviata all’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, da Ettore Minniti, coordinatore di Tias, associazione Turismo Itinerante Amico e Solidale.

Ecco il testo della lettera:
“Allorquando ci saranno le condizioni per una parziale riapertura della mobilità di persone e veicoli sul territorio siciliano, il “camper” per conformazione tecnica rappresenta il mezzo più sicuro per affrontare una vacanza in tutta tranquillità e serenità, perché riunisce gli standard di sicurezza previsti dalle attuali disposizioni normative emergenziali di cui ai decreti regionali e nazionali, ritenendo che esso, nell’ambito del turismo itinerante, rappresenti per il marketing territoriale un ottimo vettore per la promozione turistica, tenuto conto che i fruitori utilizzano ‘mezzi propri’, igienizzati e sicuri come le proprie abitazioni. Il “camper”, inoltre, – si legge ancora nella lettera – permette a) di pranzare/cenare a bordo; b) di pernottare a bordo utilizzando solo siti idonei; quindi di essere autonomi, continuando a mantenere le distanze sociali rispetto ad altre strutture ricettive (ristoranti, trattorie, bar e/o hotel, B&B, ostelli, ecc.). Il tutto va coordinato, come da nostra proposta, con i campeggi, le aree attrezzate, gli agricampeggi. Costoro, che per la loro stessa finalità ricettiva utilizzano di massima piazzole di sosta mt. 7×10, dovranno adeguare le loro politiche di accoglienza per i periodo di giugno/settembre 2020 o a fine cessata emergenza:
chiusura dei wc comuni; uso delle docce con orari personalizzati in modo che saranno igienizzate di volta in volta;
chiusura di ristori e bar (secondo le ordinanze emanate dalle Autorità) e divieto di utilizzo dei barbecue comuni;
divieto di serate danzanti, intrattenimenti ludici e/o utilizzo di piscine se esistenti; divieto di assembramento e utilizzo dei DPI.
Ciò premesso – si legge in conclusione della lettera – l’Associazione Turismo Itinerante Amico e Solidale (T.I.A.S.), nell’auspicare l’apertura di tutte le attività turistiche, offre la propria collaborazione a codesto Assessore per giungere a progetti e/o decisioni presi in comune a beneficio di tutto il settore del Turismo itinerante. Desideriamo contribuire al rilancio dell’asfittica economia siciliana con la nostra consapevole mobilità. Analoga missiva è stata inoltrata al Ministro Dario Franceschini dal Presidente Ivan Perriera dell’Unione Club Amici, con il quale il T.I.A.S. è federato. In attesa di un riscontro positivo, porgiamo distinti saluti”.